Programma sperimentale Mangiaplastica

Con il Programma sperimentale Mangiaplastica inizia il contributi a favore dei Comuni per ridurre i rifiuti in plastica.

Il governo attraverso l’istituzione di uno specifico fondo denominato Programma sperimentale Mangiaplastica risponde alla direttiva europea. I riferimenti normativi delle direttive sono il Decreto Clima (DL n. 111/2019) e il 2008/50/CE sulla qualità dell’aria. L’articolo 4-quinquies, introdotto al Senato, prevede incentivi ai comuni che installano ecocompattatori per la riduzione dei rifiuti in plastica. Gli ecocompattatori sono macchinari per la raccolta differenziata di bottiglie per bevande in PET. Il macchinario deve essere in grado di riconoscere in modo selettivo le bottigliein PET e ridurne il volume favorendone il riciclo. La dotazione complessiva è di di 27 milioni di euro per il periodo che parte dal 2019 ed arriva al 2024.

Frieco mangiaplastica

I Comuni sotto i 100mila abitanti potranno fare richiesta di un solo ecocompattatore. Mentre quelli con una popolazione superiore potranno accedere a più macchine nei limiti di un ecompattatore ogni 100mila abitanti. Il contributo sarà erogato a ciascun Comune nel limite di 15mila euro per l’acquisto di un ecocompattatore di capacità media. Invece per i macchinari di capacità alta è di di 30mila euro.

La domanda va depositata entro 90 giorni dalla scadenza dei termini, sarà poi il Mite a pubblicare sul sito web la graduatoria delle istanze ammesse. La valutazione dei progetti ammessi, sarà effettuata da parte della direzione generale competente. Le domande saranno esaminate tramite l’attribuzione di un punteggio che copre diversi binari. Per la fattibilità tecnico-organizzativa (da 0 a 50 punti) invece per l’impatto del progetto (da 0 a 10 punti).

L’assegno arriverà alle amministrazioni con una prima rata pari al 30% del costo complessivo del progetto erogata a titolo di anticipazione contestualmente all’attribuzione del contributo. La seconda rata, pari al saldo, dietro presentazione di formale richiesta da parte del Comune, corredata dalla documentazione finale di spesa.

Frieco, come da foto illustrata si propone come possibili fornitore di apparecchi mangiaplastica. Siamo in grado di fornire sia le macchine di media capacità che quelle di alta capacità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.