Calcesani, una volta per tutte, aprite gli occhi !! In questi mesi, proprio a ridosso delle due scadenze TARI del 30/10 e del 30/11, con un estenuante tam tam mediatico, il Sindaco e i suo collaboratori hanno cercato di dimostrare tutto e il contrario di tutto sbandierando riduzioni delle tariffe e denunciando lo scarso senso civico dei cittadini incapaci di differenziare correttamente i loro rifiuti nonostante la continua “razionalizzazione” del servizio. Purtroppo la realtà è completamente diversa !!! Andando a rileggere le tariffe degli ultimi cinque anni ci accorgiamo che in realtà c’è stato un forte aumento, pari al 27% (solo fra il 2013 ed il 2014 è stato del 18%), enormemente più grande dell’accrescimento del costo della vita che, negli ultimi cinque anni, è stato del 5% come riportato anche dalla stampa in questi giorni. In pratica un aumento medio di 100€ (circa 20€ all’anno) con maggiore rincaro per le famiglie numerose come si evince dalla seguente tabella:
COMPARAZIONE TARIFFE DOMESTICHE SUI RIFIUTI DAL 2011 AL 2015

 Nucleo   Superficie    2011                2012           2013             2014             2015
1               109               € 166,23         € 165,92     € 185,25      € 217,13       € 207,82
2              124                € 272,88        € 272,57     € 311,58       € 368,57      € 349,36
3              121                 € 303,72        € 301,93     € 346,12      € 410,06      € 388,17
4              128                € 376,73         € 377,75      € 435,69     € 517,34      € 488,52
5              133                € 423,42         € 424,43     € 490,00     € 582,05     € 549,32
6              160                € 535,66         € 505,80     € 581,87      € 690,09     € 652,38
 Variazione media fra il 2011 e il 2015  e di 26,79%
La “riduzione” del 2015, tanto sbandierata, è dovuta invece solo ed esclusivamente al fatto che avremo sostanzialmente meno servizi che, in buona parte, andranno a creare disagi ai cittadini­/utenti: il secondo giro relativo al ritiro del multimateriale, che avveniva il sabato, è stato soppresso; il vetro dovrà essere portato e gettato nelle nuove campane, sparse qua e là sul territorio; dal 1° gennaio 2016 il ritiro della carta avverrà non più ogni settimana ma ogni 15 giorni; i sacchini (che sono anche di scarsa qualità) dovremo andarceli a prendere all’isola ecologica e, se terminati prima del previsto, dovremmo andarceli a comperare! A questo punto sarebbe il caso di chiedere all’Amministrazione Comunale e a Geofor di farci assumere come dipendenti visto che differenziare i rifiuti è diventato un vero lavoro ed i vantaggi economici latitano da anni, lungi dall’essere riconosciuti. Di questo passo le nostre case diventeranno delle piccole discariche dove accumulare rifiuti, specialmente multimateriale e carta, grazie alla riduzione dei giorni di ritiro; “fortunato” chi ha un terrazzo o un giardino dove poter accatastare i sacchi di immondizia e non dovrà tenerli in casa con conseguente disagio per lo spazio e il cattivo odore. Ancor peggio andrà per le attività produttive, che fra l’altro hanno già denunciato enormi disagi. Per non parlare della difficoltà nel capire cosa va bene differenziare e cosa no; per esempio un normale bicchiere di vetro, che non è imballaggio, non va gettato nelle campane per il vetro, ma nell’indifferenziata; e ancora, un normale oggetto di plastica che non è “imballaggio” non va gettato con il multimateriale ma nell’indifferenziata. Prima di accusare i cittadini di scarso senso civico l’Amministrazione e Geofor (gestita dai Comuni) farebbero bene a combattere questa assurda divisione e spiegarne il reale assurdo motivo: il vetro è vetro e la plastica è plastica! La gestione di questo servizio indispensabile va rivisto completamente sia nei modi che nei costi. Non possono essere sempre i cittadini e le attività produttive a pagare in termini di denaro e impegno !!

I consiglieri Comunali Messerini_Mignani_Mangini_Lazzerini
Tratto dal sito: http://www.gonews.it/2015/12/06/calci-riduzione-tari-e-riorganizzazione-porta-a-porta-la-lista-civica-uniti-per-calci-tutto-un-bluf/
CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL
Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.